QuiFinanza

Pubblicato il 15/04/14 in Finanza | Fonte: Teleborsa

Scuola, fuori dall'aggiornamento delle graduatorie 140 mila docenti precari

(Teleborsa) - È partita la corsa all'aggiornamento delle graduatorie degli insegnanti precari della scuola, utili per le assunzioni in ruolo e le supplenze annuali del periodo 2014-2017. Fino al 10 maggio prossimo i docenti precari potranno dunque aggiornare il punteggio sulla base dei titoli acquisiti e dei servizi svolti nell'ultimo triennio, eccezion fatta per 140 mila nuovi abilitati con TFA e PAS, diplomati magistrali e idonei all'ultimo concorso a cattedra.

In particolare sono 12 mila nuovi abilitati con TFA, 70 mila abilitandi PAS, 55 mila diplomati magistrali e alcune migliaia di idonei al concorso a cattedra non assunti nonché laureati ai corsi di Scienze della Formazione Primaria o abilitati in Europa, ad essere abbandonati al loro destino, specifica l'Anief, che invece decide di schierarsi al loro fianco dichiarandosi pronto a dare battaglia legale.

"In un Paese civile e moderno la pratica del ricorso dovrebbe rappresentare l'extrema ratio - spiega Marcello Pacifico, presidente Anief e segretario organizzativo Confedir - alla quale però siamo costretti a ricorrere, dal momento che l'amministrazione continua a fare ostruzione nei confronti di tantissimi docenti precari . La maggior parte dei quali, ricordiamo, per abilitarsi ha speso anche 4mila euro. Se vogliono essere inseriti nelle GaE devono obbligatoriamente presentare la domanda, altrimenti non potranno dimostrare l'interesse a ricorrere. In quattro anni abbiamo fatto inserire migliaia di persone nelle graduatorie: anche se è sbagliato pensare che il tribunale è nemico della pubblica amministrazione, i ricorsi possono aprire porte blindate. Ed evitare che 140 mila supplenti - conclude il sindacalista Anief-Confedir - rimangano tali a tempo indeterminato".

Teleborsa

© Italiaonline S.p.A. Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963