Pubblicato il 04/09/14 in Finanza | Fonte: Teleborsa

Mercati cauti nel giorno della Banca Centrale Europea

(Teleborsa) - Partenza cauta per Piazza Affari e le altre principali Borse del Vecchio Continente nel giorno dei meeting di politica monetaria della Bank of England e della Banca Centrale Europea.

L'attenzione è focalizzata soprattutto sull'Eurotower che oggi potrebbe annunciare il tanto invocato quantitative easing per combattere deflazione e stagnazione in Eurozona.

Intanto la Bank of Japan ha optato per lo status quo mentre il Beige Book ha confermato una ripresa tra il modesto e il moderato con una punta di ottimismo in più.

Dal fronte macro, da segnalare il boom di ordini alla manifattura in Germania. Immobile a 1,3140, in attesa della BCE, l'Euro / Dollaro USA.

Stabile anche l'oro, che continua la sessione sui livelli della vigilia a quota 1.270,3 dollari l'oncia mentre il petrolio (Light Sweet Crude Oil) viaggia a 94,73 dollari per barile.

Sulla parità lo Spread, che rimane a quota 151 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 2,46%.

Tra i mercati del Vecchio Continente, tentenna Francoforte con un modesto ribasso dello 0,32%. In rialzo dello 0,13% Londra mentre Parigi lima lo 0,37%.

Poco mossa Piazza Affari con una variazione pari a -0,1% sul FTSE MIB.

Unica tra le Blue Chip milanesi a riportare un sensibile risultato è Moncler.

Tra i più forti ribassi, invece, bilancio decisamente negativo per Tod's.

Lieve vantaggio per Fiat che stamane ha comunicato i dati definitivi sul diritto di recesso, confermando che la fusione con Chrysler si farà a ottobre.

Ricoperture su Safilo, sulla quale Consob ha inibito, per la giornata di oggi, le vendite allo scoperto.

Teleborsa