QuiFinanza

Pubblicato il 08/10/14 in Finanza | Fonte: Teleborsa

Jobs Act, oggi il Senato vota la fiducia

(Teleborsa) - Oggi il Senato vota la fiducia sulla riforma del lavoro, dopo l'incontro di ieri dei sindacati con il premier Matteo Renzi per discutere proprio sul Jobs Act, che sembra aver diviso le rappresentanze sindacali.
La CGIL di Susanna Camusso ritiene che non ci siano novità, confermando il giudizio negativo sul modo in cui il governo sta compiendo l'intervento sul lavoro. Confermata, dunque, la manifestazione indetta per il 25 ottobre.
Soddisfatta la Cisl che parla di "un momento di svolta nel rapporto tra Governo e parti sociali" mentre la Uil ha dato all'incontro una valenza "più politica che sostanziale", in attesa della "sostanza, se ci sarà".
Positivo il premier Renzi, dichiarando che ci sono "sorprendenti punti d'intesa" tra le parti, aggiungendo però in conferenza stampa "sì al dialogo, no ai veti".

In merito alla possibilità che una minoranza del Partito Democratico (PD) non voti la fiducia, Renzi ha dichiarato di non temere agguati, rassicurato anche dalle ultime dichiarazioni dell'ex segretario del PD, Pier Luigi Bersani, sulla lealtà verso il partito e il governo, nonostante abbia giudicato la fiducia "una forzatura".

Il testo che il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti presenterà stamattina non dovrebbe contenere una specifica sul nodo dei licenziamenti. Le eventuali modifiche all'articolo 18, infatti, saranno inserite direttamente nei decreti delegati.
L'emendamento conterrà invece la concessione di sgravi fiscali alle aziende che assumono con contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti.

Il voto è atteso in serata, proprio quando il presidente del Consiglio presenzierà al vertice UE sull'occupazione a Milano. Al termine dell'incontro si terrà una conferenza stampa congiunta di Matteo Renzi, François Hollande e Angela Merkel.

Teleborsa

© Italiaonline S.p.A. Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963