Pubblicato il 23/02/15 in Finanza | Fonte: Teleborsa

Israele, la Banca Centrale taglia i tassi a sorpresa

(Teleborsa) - La deflazione e la corsa dello shekel preoccupano le autorità di politica monetaria israeliane.

Con una mossa a sorpresa la Banca Centrale di Israele ha deciso di tagliare i tassi di interesse di 0,15 punti percentuali portandoli al minimo storico dello 0,1%.

Tra i motivi che hanno spinto l'Istituto a compiere questo allentamento vi sono il declino dei prezzi, scesi dello 0,9% a gennaio, e l'elevato apprezzamento della valuta israeliana, lo shekel. Ques'ultimo, nel solo mese di febbraio, ha guadagnato il 2,6% sul dollaro.

Da rilevare, inoltre, che lo scorso anno l'economia di Israele è cresciuta del 2,9%, ritmo più lento dal 2009, nonostante il buono stato di salute del mercato del lavoro.

L'ultimo aggiustamento al ribasso del costo del denaro risale a questa estate (a luglio e agosto ci sono stati due tagli).

Per rispondere al rallentamento dell'economia globale la Bank of Israel non ha esitato ad intervenire sui tassi di interesse. Dal 2011 ha tagliato il costo del denaro 13 volte. Inoltre è intervenuta sul mercato dei cambi per raffreddare lo shekel, rendendo più competitivo l'export.

La Banca Centrale israeliana ha detto di essere pronta a intervenire ancora se necessario, soprattutto per riportare i prezzi vicino al target dell'1-3%.



Teleborsa