18/4 Milano
-0,20%
21.956,59
22/4 Nasdaq
+0,22%
8.015,27
18/4 Londra
-0,15%
7.459,88
+0,57%
12.222,39

Consulta il glossario

A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W X Y Z

R

Reverse Charge

Termine che indica, nell’ambito della disciplina IVA, il meccanismo dell'inversione contabile (dall'inglese reverse charge) che elimina la detrazione dell'Iva sugli acquisti effettuati da clienti italiani (imprese) presso fornitori esteri. Se infatti il cliente si è (auto)qualificato, di fronte ai propri fornitori, come imprenditore o professionista, l'Iva non viene applicata, e quindi mancano i presupposti per la detrazione. Se invece il cliente si è qualificato come consumatore finale, subendo l'addebito dell'Iva, proprio per questo la detrazione è parimenti esclusa. Lo scopo della diffusione di questo sistema è di evitare, nei rapporti intracomunitari, la detrazione di Iva applicata da fornitori esteri e incassata, quindi, da Stati esteri: in questo caso, infatti, la gestione delle detrazioni Iva transnazionali richiederebbe una stanza di compensazione comunitaria, che non è stata mai realizzata.
Teleborsa