Warr Acquazzurra 2021-2024 INV. 4,7

  • Dati differiti di 15 minuti
  • Dato del 26 novembre 2021

Il commento

a cura dell'Ufficio Studi di Teleborsa

Chiusura del 26 novembre

Grande giornata per Warr Acquazzurra 2021-2024, che mette a segno un rialzo del 4,44%.
Nella giornata abbiamo assistito ad un avvio con forza ed apertura a 4,7 Euro sopra i massimi della seduta precedente, mantenuti per l'intero arco della giornata, e chiusura a 4,7 in prossimità dei massimi di seduta.
Su base settimanale, il trend del titolo è più solido rispetto a quello del FTSE MIB. Al momento, quindi, l'appeal degli investitori è rivolto con più decisione a Warr Acquazzurra 2021-2024 rispetto all'indice di riferimento.

Analisi di Status e trend

Tecnicamente, Warr Acquazzurra 2021-2024 è in una fase di rafforzamento con area di resistenza vista a 5,633, mentre il supporto più immediato si intravede a 2,833. A livello operativo si prevede un proseguimento della seduta all'insegna del toro con resistenza vista a quota 8,433.

Analisi del rischio

L'investimento risulta adatto agli investitori propensi al rischio, che decidono di mettere a repentaglio ingenti somme nonostante l'elevata volatilità giornaliera che il titolo presenta, pari a 6,92. Warr Acquazzurra 2021-2024 risulta essere al centro dell'interesse del mercato dato che i volumi giornalieri pari a 30.000 sono superiori rispetto a quelli della media mobile a 0.

Il grafico analitico

Gli indicatori

  • 5,633Resistenza 1
  • 8,433Resistenza 2
  • 4,7Prezzo di chiusura
  • 2,833Supporto 1
  • 0,9667Supporto 2
  • 6,92Volatilità (giornaliera)
  • 16,1Value at Risk
  • +4,44%Rendimento (settimana)
  • -1,75%FTSE MIB (settimanale)
  • INV.Rendimento (anno)
AVVISO
Le informazioni, in quanto frutto di stime e giudizi espressi al momento in cui vengono analizzate, possono essere soggette a cambiamenti e modifiche senza preavviso.
Qualsiasi decisione d'investimento presa sulla base delle presenti informazioni è di esclusiva responsabilità dell'utente del sito.
Tali informazioni non sono pertanto da intendersi in nessun modo come una sollecitazione al pubblico risparmio o all'investimento.
Teleborsa