Amplifon -0,23% 17,6

  • Dati differiti di 15 minuti
  • Dato del 22 marzo 2019

Il commento dell'esperto

a cura dell'Ufficio Studi di Teleborsa

Chiusura del 22 marzo

Debole la giornata per la società leader nelle soluzioni uditive, che porta a casa un calo dello 0,23%.
I primi movimenti sono stati vivaci per il titolo, che ha dato inizio alla sessione a 17,73 Euro, sotto il top della vigilia, proseguendo poi sempre più fiacco nel corso degli scambi.
La tendenza del titolo analizzata su base settimanale mostra un andamento analogo a quello dell'indice di riferimento. Ciò significa che il titolo viene supportato da elementi provenienti dal mercato piuttosto che da notizie legate alla società stessa.

Analisi di Status e trend

Lo scenario di medio periodo è sempre connotato positivamente, mentre la struttura di breve periodo mostra qualche cedimento, letto dai relativi indicatori, per l'opposizione della resistenza stimata a quota 17,71. Funzionale il controllo della situazione di breve offerta dai supporti a 17,54. E' concreta la possibilità di una continuazione della fase correttiva verso quota 17,49.

Analisi del rischio

Sotto controllo l'andamento di Amplifon.
I volumi giornalieri pari a 623.847, infatti, risultano essere inferiori alla media mobile dei volumi ad un mese fissata a 723.673, mentre lo scostamento tra i prezzi del titolo è poco ampio, con la volatilità giornaliera che assume un valore pari a 2,01.

Il grafico analitico

Gli indicatori

  • 17,71Resistenza 1
  • 17,88Resistenza 2
  • 17,6Prezzo di chiusura
  • 17,54Supporto 1
  • 17,49Supporto 2
  • 2,01Volatilità (giornaliera)
  • 4,676Value at Risk
  • INV.Rendimento (settimana)
  • +0,16%FTSE MIB (settimanale)
  • +26,26%Rendimento (anno)
AVVISO
Le informazioni, in quanto frutto di stime e giudizi espressi al momento in cui vengono analizzate, possono essere soggette a cambiamenti e modifiche senza preavviso.
Qualsiasi decisione d'investimento presa sulla base delle presenti informazioni è di esclusiva responsabilità dell'utente del sito.
Tali informazioni non sono pertanto da intendersi in nessun modo come una sollecitazione al pubblico risparmio o all'investimento.
Teleborsa