Esprinet -1,64% 2,695

  • Dati differiti di 15 minuti
  • Dato del 25 giugno 2019

Il commento dell'esperto

a cura dell'Ufficio Studi di Teleborsa

Chiusura del 25 giugno

Sottotono Esprinet, che chiude la seduta con un calo dell'1,64%.
L'esordio è stato positivo per il titolo che ha esordito a 2,75 Euro, in prossimità del top della giornata precedente, per poi peggiorare progressivamente nel corso degli scambi e concludere in apnea a 2,695 verso i minimi intraday.
Lo scenario tecnico visto ad una settimana del titolo rispetto all'indice, evidenzia un rallentamento del trend di Esprinet rispetto al FTSE Italia Star, e ciò rende il titolo potenziale obiettivo di vendita da parte degli investitori.

Analisi di Status e trend

Lo scenario tecnico di Esprinet mostra un ampliamento della trendline discendente al test del supporto 2,627 con area di resistenza individuata a quota 2,832. La figura ribassista suggerisce la probabilità di testare nuovi bottom identificabili in area 2,558.

Analisi del rischio

La volatilità giornaliera di Esprinet è abbastanza equilibrata, al pari dei volumi che rimangono costanti e appaiono per alcune sedute in aumento rispetto alla media mobile dei volumi dell'ultimo mese. In termini di rischiosità, questo scenario risulta essere preferibile per gli investitori più avversi al rischio, che preferiscono mantenersi alla larga da movimenti repentini e violenti del titolo.

Il grafico analitico

Gli indicatori

  • 2,832Resistenza 1
  • 3,037Resistenza 2
  • 2,695Prezzo di chiusura
  • 2,627Supporto 1
  • 2,558Supporto 2
  • 1,856Volatilità (giornaliera)
  • 4,318Value at Risk
  • -6,26%Rendimento (settimana)
  • -1,25%FTSE Italia Star (settimanale)
  • -23,33%Rendimento (anno)
AVVISO
Le informazioni, in quanto frutto di stime e giudizi espressi al momento in cui vengono analizzate, possono essere soggette a cambiamenti e modifiche senza preavviso.
Qualsiasi decisione d'investimento presa sulla base delle presenti informazioni è di esclusiva responsabilità dell'utente del sito.
Tali informazioni non sono pertanto da intendersi in nessun modo come una sollecitazione al pubblico risparmio o all'investimento.
Teleborsa